Sivanto Prime

Sivanto Prime

Etichetta

Scheda di Sicurezza

  • Composizione 
  • 100 g di SIVANTO® PRIME contengono:
  • 17,1 g di Flupyradifurone puro (200 g/l)
  • coformulanti quanto basta a 100
  • Contiene OSSIRANO, METIL-, POLIMERO CON OSSIRANO, MONOBUTILETERE CAS n. 9038-95-3

Confezione: 1 Lt
Patentino: SI

Sivanto Prime Sivanto Prime è l’innovativo insetticida a base di Flupyradifurone registrato su un’ampia gamma di colture.

Sivanto Prime si distingue per una proprietà unica, il Fast Feeding Cessation, che determina una rapidità di azione tre volte superiore rispetto agli standard di riferimento. Agisce per contatto e ingestione sia su forme adulte che giovanili. Il prodotto è assorbito dalla vegetazione, traslocato per via sistemica e redistribuito su tutta la vegetazione per via translaminare..

Sivanto Prime appartiene alla nuova famiglia chimica delle butenolidi con struttura chimica ed attività biologica unica. È dotato di meccanismo di azione specifico e non presenta resistenza incrociata con altre molecole. Questa proprietà è molto importante perché il prodotto è attivo contro fitofagi noti per la capacità di sviluppare popolazioni resistenti.

 77,00 (IVA 10% inclusa)

5 disponibili

Categorie: , Tag: Product ID: 4895

Descrizione

SIVANTO® PRIME

Meccanismo d’azione: IRAC 4D
INSETTICIDA SISTEMICO
Concentrato solubile (SL)

COMPOSIZIONE
100 g di SIVANTO® PRIME contengono:
17,1 g di Flupyradifurone puro (200 g/l)
coformulanti quanto basta a 100
Contiene OSSIRANO, METIL-, POLIMERO CON OSSIRANO, MONOBUTILETERE CAS n. 9038-95-3

PRESCRIZIONI SUPPLEMENTARI
In serra: indossare tuta da lavoro, calzature adeguate e facciali filtranti sia durante le operazioni di miscelazione/carico che durante
l’applicazione. In caso di contatto con superfici contaminate indossare guanti protettivi adatti. Si consiglia di indossare guanti e indumenti
impermeabili in caso di contatto diretto con le superfici vegetali trattate.
In campo: indossare adeguati indumenti da lavoro (pantaloni lunghi, camicia a maniche lunghe, calzature adeguate). Durante le operazioni di
miscelazione/carico e applicazione indossare guanti, facciali filtranti e pantaloni impermeabili. In caso di contatto con superfici contaminate
indossare guanti protettivi adatti.

Non rientrare nelle aree trattate prima che la vegetazione sia completamente asciutta.
Non contaminare l’acqua con il prodotto o il suo contenitore. Non pulire il materiale d’applicazione in prossimità delle acque di superficie.
Evitare la contaminazione attraverso i sistemi di scolo delle acque dalle aziende agricole e dalle strade.

Per proteggere gli organismi acquatici, mantenere le seguenti fasce di rispetto dai corpi idrici:
– pomacee: 20 m di fascia di rispetto vegetata impiegando dispositivi meccanici che riducano la deriva del 75% o misure di mitigazione
che riducano la deriva del 98% ed il ruscellamento dell’80%.
– vite: 10 m di fascia di rispetto vegetata o misure di mitigazione che riducano la deriva dell’80% ed il ruscellamento del 60%.
– lattuga: 15 m di fascia di rispetto vegetata o misure di mitigazione che riducano la deriva del 90% ed il ruscellamento dell’80%. Da
non utilizzare su terreni drenati artificialmente.
– tabacco: 5 m di fascia di rispetto vegetata o misure di mitigazione che riducano la deriva del 63% ed il ruscellamento del 50%.
– ortaggi a frutto (in pieno campo): 5 m di fascia di rispetto vegetata o misure di mitigazione che riducano la deriva del 73% ed il
ruscellamento del 50%.

Per proteggere gli uccelli, coprire la coltura fino a 3 giorni dopo l’applicazione su:
– lattuga (dall’inizio della fase d’ingrossamento del cespo).
Per proteggere gli artropodi non bersaglio, mantenere le seguenti fasce di rispetto dalle aree naturali circostanti:
– pomacee (trattamento prefiorale): 20 m di fascia di rispetto oppure 5 m impiegando dispositivi meccanici che riducano la deriva del
90%.
– vite, ortaggi a frutto (in pieno campo): 5 m di fascia di rispetto o nessuna fascia di rispetto impiegando dispositivi meccanici che
riducano la deriva del 50%.

Etichetta autorizzata con Decreto Dirigenziale del 04/02/2019

Chiudere gli ugelli durante le operazioni di svolta e nel passaggio sui filari all’estremità dell’appezzamento, avendo cura di escludere
l’irrorazione dagli ugelli rivolti verso il lato esterno.
Non applicare Sivanto Prime in miscela con fungicidi inibitori della biosintesi degli steroli (gruppo 3 FRAC) durante la fioritura della
coltura trattata o in presenza di flora spontanea fiorita.

INFORMAZIONI PER IL MEDICO
In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso. Terapia: sintomatica.
Consultare un Centro Antiveleni.

CARATTERISTICHE
Sivanto Prime è un insetticida sistemico a largo spettro d’azione appartenente alla nuova classe chimica delle butenolidi. Il prodotto agisce per
contatto ed ingestione su numerosi insetti nocivi. Per il suo innovativo meccanismo d’azione, l’impiego di Sivanto Prime è un utile strumento per
limitare l’insorgenza di popolazioni di fitofagi resistenti.
L’impiego in serra è consentito solo in strutture permanenti e completamente chiuse.

ISTRUZIONI PER L’USO
Melo, pero: contro afide grigio (Dysaphis plantaginea, Dysaphis devecta, Dysaphis pyri) applicare in pre-fioritura (bottone fiorale) alla dose di
60-75 ml/hl (0,6-0,9 l/ha). Contro afide verde (Aphis pomi, Aphis gossypii) applicare dopo la fioritura ad inizio infestazione alla dose di 60-75
ml/hl (0,6-0,9 l/ha). Effettuare 1 trattamento ad anni alterni.
Vite da tavola e da vino: contro cicaline (Scaphoideus titanus, Metcalfa pruinosa) applicare alla dose di 60 ml/hl (0,5 l/ha). Contro Empoasca
vitis (=flavescens) applicare alla dose di 40 ml/hl (0,3 l/ha), Effettuare 1 trattamento all’anno a partire dalla fase di prefioritura.
Pomodoro, peperone, melanzana (colture a pieno campo): contro afidi (Myzus persicae, Aphis gossypii, Macrosiphum euphorbiae)
applicare ad inizio infestazione alla dose di 60-75 ml/hl (0,45-0,56 l/ha). Effettuare 1 trattamento all’anno.
Pomodoro, peperone, melanzana (colture in serra): contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae, Macrosiphum euphorbiae) intervenire ad
inizio infestazione alla dose di 60-75 ml/hl (0,45-1,125 l/ha). Contro mosca bianca (Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum) applicare alla
dose di 75 ml/hl (0,56-1,125 l/ha). Ripetere l’applicazione dopo 10 giorni, effettuando al massimo 2 trattamenti all’anno.
Cetriolo, cetriolino (colture a pieno campo): contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae): applicare ad inizio infestazione alla dose di 60-75
ml/hl (0,45-0,56 l/ha). Effettuare 1 trattamento all’anno.
Cetriolo, cetriolino (colture in serra): contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae, Macrosiphum euphorbiae): applicare ad inizio infestazione
alla dose di 60-75 ml/hl (0,45-1,125 l/ha). Contro mosca bianca (Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum) applicare alla dose di 75 ml/hl
(0,56-1,125 l/ha). Ripetere l’applicazione dopo 10 giorni, effettuando al massimo 2 trattamenti all’anno.
Zucchino, cocomero (colture a pieno campo): contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae) applicare all’inizio dell’infestazione alla dose di
60-75 ml/hl (0,45-0,56 l/ha). Effettuare 1 trattamento all’anno.
Zucchino, cocomero (colture in serra): contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae) applicare all’inizio dell’infestazione alla dose di 60-75
ml/hl (0,45-0,56 l/ha). Contro mosca bianca (Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum) applicare alla dose di 75 ml/hl (0,56 l/ha). Ripetere
l’applicazione dopo 10 giorni, effettuando al massimo 2 trattamenti all’anno.
Lattuga (coltura in pieno campo): contro afidi (Nasonovia ribisnigri, Myzus persicae) applicare all’inizio dell’infestazione, dall’inizio della
formazione del cespo, alla dose di 75 ml/hl (0,625 l/ha). Effettuare 1 trattamento ad anni alterni.
Fragola (coltura in serra): contro afidi (Macrosiphum euphorbiae, Chaetosiphon fragaefolii, Sitobion fragariae, Macrosiphum rosae) applicare
all’inizio dell’infestazione alla dose di 60 ml/hl (0,5 l/ha); contro mosca bianca (Trialeurodes vaporariorum, Bemisia tabaci) applicare all’inizio
dell’infestazione alla dose di 75 ml/hl (0,625 l/ha). Ripetere l’applicazione dopo 10 giorni, effettuando al massimo 2 trattamenti all’anno.
Lampone, more di rovo (colture in serra): contro afidi (Amphorophora idaei, Aphis idaei, Myzus persicae, Aphis gossypii, Macrosiphum
rosae): applicare all’inizio dell’infestazione alla dose di 100 ml/hl (1 l/ha). Se necessario ripetere l’applicazione dopo 10 giorni.
Tabacco: contro afidi (Myzus persicae, Myzus nicotianae) applicare all’inizio dell’infestazione alla dose di 60 ml/hl (0,5 l/ha). Effettuare 1
trattamento all’anno.
Bulbose da fiore (colture in serra): contro afidi (Myzus persicae, Macrosiphum rosae, Macrosiphoniella chrysanthemi) applicare all’inizio
dell’infestazione alla dose di 50-60 ml/hl (0,5 l/ha). Effettuare 1 trattamento all’anno a partire dalla fase di inizio fiioritura.
Piante ornamentali e da fiore (colture in serra): contro mosca bianca (Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum) applicare all’inizio
dell’infestazione alla dose di 75 ml/hl (0,75 l/ha). Ripetere l’applicazione dopo 7 giorni, effettuando al massimo 4 trattamenti all’anno.
Vivaio di essenze arboree e forestali, fruttiferi (colture in serra): contro afidi (Aphis pomi, Dysaphis spp., Myzus persicae, Hyalopterus spp.,
Macrosiphum rosae, Macrosiphoniella chrysanthemi) applicare all’inizio dell’infestazione alla dose di 60-75 ml/hl (0,6-0,75 l/ha). Contro mosca
bianca (Trialeurodes vaporariorum) applicare all’inizio dell’infestazione alla dose di 75 ml/hl (0,75 l/ha). Ripetere l’applicazione dopo 7 giorni,
effettuando al massimo 4 trattamenti all’anno.

AVVERTENZE AGRONOMICHE
Dato l’ampio numero e la continua introduzione di nuove varietà di colture orticole, floricole ed ornamentali, si consiglia di effettuare saggi
preliminari di selettività su alcune piante prima di trattare l’intera coltura. L’uso di Sivanto Prime su alcune varietà di cetriolo potrebbe dar luogo
a fenomeni di fitotossicità. Si consiglia di effettuare saggi preliminari di selettività su alcune piante prima di trattare l’intera coltura.
Per evitare l’ insorgenza di resistenza si consiglia l’impiego alternato con prodotti caratterizzati da diverso meccanismo d’azione.

Avvertenza. In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le
norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della miscelazione
compiuta.
Sospendere i trattamenti 14 giorni prima del raccolto per melo, pero e vite, 3 giorni prima del raccolto per le altre colture

Attenzione – Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate in questa etichetta. Chi impiega il prodotto è responsabile degli
eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Il rispetto di tutte le indicazioni contenute nella presente etichetta è condizione
essenziale per assicurare l’efficacia del trattamento e per evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali. Non applicare con i mezzi aerei.
Per evitare rischi per l’uomo e per l’ambiente seguire le istruzioni per l’uso. Operare in assenza di vento. Da non vendersi sfuso. Smaltire le
confezioni secondo le norme vigenti. Il contenitore completamente svuotato non deve essere disperso nell’ambiente. Il contenitore non può
essere riutilizzato. Conservare al riparo dal gelo.

Informazioni aggiuntive

Peso 1,200 kg
Patentino

Si

Minimum 4 characters