Flint Max

Flint Max

Etichetta

Scheda di Sicurezza

  • Composizione 
  • 100 g di Flint Max contengono:
  • 25 g di trifloxystrobin puro
  • 50 g di tebuconazolo puro
  • coformulanti quanto basta a 100

Confezione: 500 G
Patentino: SI

Flint Max è il fungicida a base di Trifloxystrobin e Tebuconazolo ad ampio spettro d’azione. Grazie ai due principi attivi, Flint Max è caratterizzato sia da azione mesostemica che da proprietà sistemiche. Questo duplice meccanismo d’azione lo rende essenziale per la gestione di una corretta strategia anti-resistenza e ne permette l’inserimento in molteplici programmi di difesa.

Flint Max offre inoltre massima flessibilità d’intervento, lunga durata d’azione e risultati ottimali nella gestione delle malattie controllate.

 75,00 (IVA 10% inclusa)

4 disponibili

Categorie: , Tag: Product ID: 5567

Descrizione

Flint Max

GRANULARE IDROSOSPENSIBILE
Fungicida sistemico e mesostemico

Composizione

100 g di Flint Max contengono:
25 g di trifloxystrobin puro
50 g di tebuconazolo puro
coformulanti quanto basta a 100

PRESCRIZIONI SUPPLEMENTARI
Evitare che donne in età fertile utilizzino il formulato o siano ad esso professionalmente esposte.
Non contaminare l’acqua con il prodotto o il suo contenitore. Non pulire il materiale d’applicazione in prossimità delle acque di superficie
Evitare la contaminazione attraverso i sistemi di scolo delle acque dalle aziende agricole e dalle strade.
INFORMAZIONI PER IL MEDICO
Trattasi di associazione delle seguenti sostanze attive:
TRIFLOXYSTROBIN 25%,TEBUCONAZOLO 50% le quali, separatamente, provocano i seguenti sintomi di intossicazione:
TRIFLOXYSTROBIN
In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.
Sintomi aspecifici e rilevati solo su animali da laboratorio con surdosaggi.
TEBUCONAZOLO
Sintomi: organi interessati: occhi, cute, mucose del tratto respiratorio, fegato, reni. Provoca gravi lesioni cutanee su base allergica (da
semplici dermatiti eritematose a dermatiti necrotizzanti). Provoca tosse, broncospasmo e dispnea per irritazione bronchiale.
Fenomeni di tossicità sistemica solo per assorbimento di alte dosi.
Sono possibili tubulonecrosi renale acuta ed epatonecrosi attribuite ad un meccanismo immunoallergico.
In caso di ingestione insorgono sintomi di gastroenterite (nausea, vomito, diarrea) e cefalea, oltre naturalmente a segni del possibile
interessamento epatico e/o renale. Nell’intossicazione grave si evidenziano segni di eccitamento e depressione del SNC.
Metabolismo: dopo ingestione la sostanza è prontamente assorbita e metabolizzata. L’escrezione renale e fecale avviene in 72 ore. Terapia:
sintomatica.
Consultare un Centro antiveleni.

ISTRUZIONI PER L’USO

Vite da vino: contro Erysiphe necator (oidio) intervenire impiegando una dose di 18-20 g/hl (180-200 g/ha) da pre-fioritura a invaiatura/maturazione, a intervalli di 12-14 giorni.
Melo: contro Venturia inaequalis (ticchiolatura), Podosphaera leucotricha (oidio) e Alternaria alternata (alternariosi) intervenire impiegando una dose di 20 g/hl (300 g/ha) da pre-fioritura a pre-raccolta, a intervalli di 10-12 giorni.
Pero: contro Venturia pirina (ticchiolatura) e Stemphylium vesicarium (maculatura bruna) intervenire impiegando una dose di 20 g/hl (300 g/ha) da pre-fioritura a pre-raccolta, a intervalli di 10-12 giorni.
Pesco, nettarino, albicocco, susino, ciliegio: contro Sphaerotheca pannosa (oidio) intervenire con applicazioni preventive alla dose di 20 g/hl (300 g/ha) a intervalli di 12-14 giorni. Contro Monilia spp. (moniliosi) intervenire con applicazioni preventive alla dose di 20 g/hl (300 g/ha), a inizio fioritura a intervalli di 12-14 giorni e in pre-raccolta a intervalli di 7 giorni. Contro Taphrina deformans (mal della bolla) intervenire con applicazioni preventive a inizio sviluppo vegetativo alla dose di 20 g/hl (300 g/ha) a intervalli di 12-14 giorni.
Olivo: contro Spilocaea oleagina (occhio di pavone) e Colletotrichum gloeosporioides (lebbra dell’olivo) intervenire preventivamente alla dose di 20 g/hl (250 g/ha) da ripresa vegetativa a pre-fioritura.

Pomodoro, peperone (in pieno campo e in serra): contro Leveillula taurica (oidio) intervenire con applicazioni preventive, da pre-fioritura a pre-raccolta, alla dose di 20-30 g/hl (300 g/ha) a intervalli di 8-12 giorni.
Cetriolo, zucchino, melone, cocomero, zucca (in pieno campo e in serra): contro Podosphaera fusca, Erysiphe cichoracearum (oidio) intervenire con applicazioni preventive, da pre-fioritura a pre-raccolta, alla dose di 20-30 g/hl (300 g/ha) a intervalli di 8-12 giorni.

Flint Max deve essere applicato preventivamente prima della comparsa dei sintomi della malattia. Utilizzare gli intervalli più brevi e i dosaggi più elevati nelle situazioni di alta pressione della malattia.
Per evitare l’insorgenza di resistenza non applicare questo prodotto più di tre volte all’anno. Si consiglia comunque l’impiego alternato con prodotti caratterizzati da diverso meccanismo di azione.
Le dosi riportate in questa etichetta sono calcolate per irroratrici a volume normale e fanno riferimento alla dose minima per ettaro consigliata. In caso d’impiego con attrezzature a basso o ultra-basso volume, le concentrazioni del prodotto devono essere aumentate in modo da garantire lo stesso dosaggio per ettaro.
Fitotossicità: in tutte le prove condotte, Flint Max, impiegato da solo, non ha mai causato sintomi di fitotossicità sulle diverse colture.
Tuttavia, su varietà nuove, è sempre raccomandabile fare saggi preliminari su poche piante, prima di procedere al trattamento su tutta la coltura.

Avvertenza: in caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate
le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della
miscelazione compiuta.
Sospendere i trattamenti 14 giorni prima del raccolto per vite da vino, melo e pero; 7 giorni prima del raccolto per pesco, nettarino,
albicocco, susino e ciliegio; 3 giorni prima del raccolto per pomodoro, peperone, cetriolo, zucchino, melone, cocomero e zucca.
Attenzione – Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate in questa etichetta. Chi impiega il prodotto è responsabile
degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Il rispetto di tutte le indicazioni contenute nella presente etichetta é condizione
essenziale per assicurare l’efficacia del trattamento e per evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali. Non applicare con i mezzi
aerei. Per evitare rischi per l’uomo e per l’ambiente seguire le istruzioni per l’uso. Operare in assenza di vento. Da non vendersi sfuso.
Smaltire le confezioni secondo le norme vigenti. Il contenitore completamente svuotato non deve essere disperso nell’ambiente. Il
contenitore non può essere riutilizzato.

Informazioni aggiuntive

Peso 0,600 kg
Patentino

Si

Minimum 4 characters